Ambientazione

1
La Terra di Mezzo
Anno 154 della Quarta Era...
Dopo la Guerra dell'Anello e la distruzione di Sauron e delle sue armate, sulla Terra di Mezzo è calato un periodo di pace e armonia.
Molti Elfi hanno lasciato le loro case, per andare con i vascelli verso Valinor. Solo pochi di loro sono rimasti a vagare sulla Terra di Mezzo.
Il Regni di Gondor e Arnor si sono uniti nel Regno di Numenor, dove siede al trono Eldarion, figlio di Re "Elessar" Aragorn.
Al contrario del padre il nuovo Re non nutre grande fiducia nei confronti del suo Popolo, specialmente delle province del regno, dove il suo potere non è affermato come alla capitale, Minas Tirith.
La Terra di Mezzo difatti vive in un continuo stato di pace forzata, dove l'Esercito di Numenor è presente e spesso quasi invasivo nei rispetti delle leggi locali.

Il Regno di Rohan, sul cui Trono siede Re Eomund, discendente di Eomer e Lothiriel, viene gestito in maniera apparentemente saggio, il popolo ama il suo Re, e i suoi cavalieri pattugliano continuamente le terre dell'Ovestfalda.
I rapporti con il Regno di Numenor sono saldi, sebbene da anni i due Sovrani non si siano rivolti parola, vista la poca necessità di supporto da parte di entrambi i Regni.

A Erebor i Nani continuano indisturbati a collezionare oro e gioielli, comandati da Durin VII. Il loro Regno ora è composto da Khazad-dum (Moria), Erebor, i Colli Ferrosi, Gundabad, i Monti Azzurri, le Caverne Scintillanti di Aglarond e le miniere delle Montagne Nebbiose.

I pochi Elfi rimasti, per la maggior parte Silvani di Bosco di Foglieverdi (conosciuta anche come "Bosco Atro"), si trovano nella parte meridionale della foresta, dove vivono nella città conosciuta come "Gran Burrone", sotto il comando saggio e benevolo di Elrohir e Elladan, nipoti di Celeborn e Signori di Lothlorien.

La Contea, dopo la battaglia civile a seguito della Guerra dell'Anello sta vivendo un periodo di pace, gli Hobbit, sebbene famosi nelle canzoni e nelle leggende delle loro gesta, stanno tornando ad essere un ricordo per la maggior parte dei popoli degli Uomini. La Contea è governata da Faramir Tuc II, pro-nipote di Peregrino Tuc I.

Per tutta la Terra di Mezzo orde di Orchi e altre creature oscure si muovono senza sosta, sebbene pare non vi siano veri e propri insediamenti di queste creature al momento.
2
Dol Amroth
Principato del Regno di Numenor, Dol Amroth è una città portuale nella zona Ovest di Gondor. Qui regna Anfir, 25° Principe di Dol Amroth, pro-nipote del Principe Imrahil e figlio di Alphors.
La cittadina, costruita su due livelli, ospita svariate attività economiche e commerciali. Trae grande guadagno dalle opportunità marittime, difatti il suo porto è invidiato in tutto il Regno di Numenor.
I due livelli della città, oltre che pratici per la difesa in caso di attacco, dividono nettamente i due ranghi sociali degli abitanti, la zona definita "bassa" difatti ospita il ceto basso del popolo, qui le case sono vecchie e logore e le persone campano a stento per le vie.
La zona "alta", sopraelevata e più prossima al Castello superiore della cittadina, ospita il ceto più nobile e benestante dei cittadini.
Dol Amroth è circondata da campi e foreste, alcune montagne sorgono a Nord, e molte sono le razze della Terra di Mezzo che per affari o semplice pellegrinare giungono alle sue porte.
I Corsari di Umbar, o meglio ciò che ne rimane, spesso approda sulle rive di questa zona, per saccheggiare carri o ignari avventurieri che costeggiano la Baia di Belfalas.
Il Re di Numenor, Eldarion, più volte ha dimostrato il suo poco apprezzamento verso la cittadina di Dol Amroth, a causa del poco controllo che riesce ad avere su essa tramite i suoi emissari.